fbpx
Area privata
ecobonus - Superbonus 110% - Articoli e approfondimenti

Bonus per ristrutturare casa: tutto sui principali Bonus Edilizi 2024

18/12/2023
FV
Fabio Vidotto
Bonus per ristrutturare casa (Bonus Edilizi 2024) _ Guida DetrazioniFacili.it

Tutti i principali Bonus per ristrutturare casa e la soluzione per ottimizzare qualsiasi progetto nel 2024 ottenendo il massimo incentivo con il minimo sforzo (senza brutte sorprese!)

Ci siamo, è giunto il momento di fare un po’ di chiarezza nel “dinamico” mondo dei Bonus per ristrutturare casa: il 2024 si prospetta come un anno cruciale. 

E se ti sei chiesto o chiesta «Come funzioneranno i Bonus Edilizi nel 2024?», la risposta è qui, in questo breve articolo. 

Gli ultimi aggiornamenti indicano che i Bonus Edilizi 2024 manterranno la loro struttura attuale, senza subire modifiche sostanziali. Ma sappiamo tutti come funziona l’edilizia agevolata, con le sue regole stravolte dalla sera alla mattina (e la riforma generale annunciata dal Governo!). 

In questo contesto, diventa fondamentale fare luce su alcuni aspetti chiave che riguardano il Superbonus e tutti gli altri Bonus per ristrutturare casa riconfermati per il 2024. 

Quindi, prenditi 5 minuti e arriva fino alla fine di questo articolo, se vuoi avere un quadro preciso sui principali Bonus Edilizi e scoprire come ottenere sempre il massimo incentivo senza errori, al riparo da stress e preoccupazioni (anche quando dai “piani alti” arriveranno nuove indicazioni).

2024: sarà ancora il Superbonus il Re dei Bonus per ristrutturare casa? 

Il Superbonus si è guadagnato un posto di rilievo nelle discussioni del settore edilizio sia per aspetti positivi che negativi (ne abbiamo parlato tanto anche nel nostro blog. E proprio questo incentivo, sempre al centro dell’attenzione, si appresta a vivere una fase di significativa trasformazione.

Ci sarà ancora tra i Bonus Edilizi 2024, ma la situazione è questa: 

  • per i condomìni, l’aliquota del Superbonus scenderà al 70% con la detrazione che continuerà a essere calcolata su un tetto di spesa che varia a seconda del tipo di intervento;
  • per gli edifici unifamiliari, la scadenza è (ancora) fissata al 31 dicembre 2023.

Non è tutto. 

Se da un lato si discute sulla possibilità di estendere il Superbonus con le aliquote più vantaggiose per quei cantieri (condomini) che hanno già completato almeno il 60% dell’intervento complessivo al 31 dicembre, dall’altro lato c’è già una nota di rilievo

il Superbonus manterrà l’aliquota massima solo per le spese sostenute per interventi su edifici danneggiati da eventi sismici (anche unifamiliari), per cui risulti accertato il nesso causale tra il danno patito e l’evento sismico occorso, purché tali immobili siano situati in uno dei Comuni di cui alle regioni interessate da eventi sismici per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza.

Fatte queste precisazioni, ti dico sinceramente quello che penso. 

Sicuramente tutti questi cambi di rotta, modifiche e novità devastanti (come lo stop allo sconto in fattura e alla cessione del credito per quasi tutti i Bonus per ristrutturare casa), non sono state positive per tutto il settore edile e per tutti i professionisti dell’edilizia. 

Ma mi piace comunque continuare a vedere il bicchiere mezzo pieno: queste evoluzioni del Superbonus rappresentano una sfida, ma anche un’opportunità per ottimizzare i progetti di ristrutturazione nel 2024 con un approccio “strategico”. 

Diventa essenziale pianificare con attenzione e sfruttare al meglio tutte le opportunità disponibili (valutando gli altri Bonus per ristrutturare casa, come già detto qui), tenendo sempre d’occhio le potenziali modifiche normative di cui parleremo alla fine.  

Quindi, concentriamoci sugli altri Bonus Edilizi 2024, quelli che prima erano “minori” ma che stanno tornando a fare la voce grossa. 

«Ora comando io!» L’Ecobonus si impone come protagonista tra i Bonus per ristrutturare casa nel 2024

E sì, con un Superbonus (quasi) K.O., ecco che torna tra i pesi massimi l’Ecobonus

Un incentivo che, seppur privato di sconto in fattura e cessione del credito, continuerà a sostenere gli interventi di efficientamento energetico, per unifamiliari e condomini, con una detrazione che oscilla tra il 50% e il 65%.

Ma c’è di più. 

Per alcuni condomini, l’Ecobonus diventa ancora più generoso: è prevista la detrazione del 70% per interventi che riguardano almeno il 25% dell’involucro dell’edificio. E se l’obiettivo è migliorare la performance energetica in termini di riscaldamento invernale e raffrescamento estivo, la detrazione sale al 75%.

E poi, per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali che si trovano nelle zone sismiche 1, 2 e 3, finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica, è prevista una detrazione ancora più alta: 

  • 80%, se i lavori determinano il passaggio ad una classe di rischio inferiore; 
  • 85%, se gli interventi determinano il passaggio a due classi di rischio inferiori.

Niente male. Ecco perché l’Ecobonus può tornare a “comandare” tra i Bonus per ristrutturare casa, mantenendo invariati i limiti massimi di spesa che tutti già conosciamo. 

Ora, dato che abbiamo chiamato in causa anche gli interventi per la riduzione del rischio sismico, è giusto dare spazio anche al Sismabonus, che ci sarà ancora tra i Bonus Edilizi 2024. 

Bonus per ristrutturare casa: spazio al Sismabonus! 

Dopo aver esplorato l’Ecobonus, è il momento di dare spazio al Sismabonus, un altro pilastro fondamentale tra i Bonus Edilizi 2024. 

Questo incentivo si concentra sulla sicurezza, un tema che non può e non deve essere trascurato.

Nel 2024, gli interventi per la messa in sicurezza antisismica saranno agevolati con una detrazione che varia dal 70% al 75%, a seconda dell’efficacia dell’intervento nel ridurre il rischio sismico. 

E mentre per le singole unità immobiliari il tetto di spesa per calcolare la detrazione è fissato a 96mila euro per ciascun anno, nei condomìni, la situazione si fa ancora più interessante: la detrazione sale al 75% se l’intervento determina il passaggio ad una classe di rischio inferiore e all’85% se si raggiungono due classi di rischio inferiori. Qui, il tetto di spesa si calcola moltiplicando 96mila euro per il numero delle unità immobiliari dell’edificio.

Il Sismabonus 2024 si conferma quindi come un incentivo di grande rilievo, non solo per la sicurezza delle strutture abitative, ma anche come opportunità per valorizzare gli immobili e proteggere le comunità dalle minacce sismiche. In un Paese come il nostro, dove il rischio sismico è una realtà concreta, il Sismabonus rappresenta una risorsa preziosa per costruire un futuro più sicuro.

2 Bonus per ristrutturare casa con caratteristiche uniche

Chiudo questo articolo con 2 Bonus che hanno caratteristiche uniche

Partiamo dal Bonus Ristrutturazioni. 

Potevo mai dimenticare un fedele compagno come il Bonus Ristrutturazioni? 

Nel 2024, questo incentivo continua a offrire un sostegno solido con una detrazione del 50%, applicabile su una spesa massima di 96mila euro, per supportare sia i piccoli interventi di ristrutturazione che i grandi progetti di ristrutturazione e riqualificazione da fare su singole unità immobiliari residenziali e parti comuni degli edifici.

La sua caratteristica unica? 

È l’unico tra i bonus tra i Bonus per ristrutturare casa ad essere “strutturale”: dal 2025 in poi, la detrazione scenderà al 36% con un tetto di spesa ridotto a 48mila euro, ma la sua presenza costante lo rende fondamentale nel panorama dell’edilizia agevolata. 

L’altro Bonus è quello per l’abbattimento delle barriere architettoniche che riassumo così: 

se qualcosa nell’abitazione non è conforme a quanto stabilito dal DM 236, che siano porte troppo strette o altri elementi che ostacolano la libertà di movimento, è possibile intervenire sfruttando una detrazione al 75%.

La sua caratteristica unica?

È l’unico tra i Bonus Edilizi 2024 che consente ancora di beneficiare di sconto in fattura e cessione del credito

In questo articolo non aggiungo altro su questo Bonus che sta tanto facendo parlare di sé (anche perché gli interventi che abbraccia sono tantissimi, dalla sostituzione serramenti al rifacimento di pavimenti e bagni, e tanto altro) e ti invito ad approfondire cliccando qui.

In attesa della riforma generale dei Bonus per ristrutturare casa, che avrà come obiettivo il superamento della frammentazione delle detrazioni ad oggi attive, per rendere tutto più facile e veloce (chissà se andrà a buon fine), non ci resta che metterci al sicuro adesso e scoprire come ottenere il massimo dagli incentivi nel 2024, senza errori e al riparo da stress e preoccupazioni.  

La Guida esperta per scegliere e gestire con successo (in tutti i cantieri!) i Bonus Edilizi 2024

Scegliere il bonus giusto, gestire i lavori e le pratiche burocratiche richiede conoscenza e precisione. E l’obiettivo è chiaro: ottenere il massimo incentivo senza incorrere in errori o brutte sorprese. 

Ma come si può essere sicuri di fare sempre la scelta giusta? 

Qui entra in gioco DetrazioniFacili.it, il tuo Partner di fiducia che trasforma le complessità in inventivi sicuri. 

Con la nostra esperienza, competenza e organizzazione, ti guidiamo nella selezione del Bonus più adatto al tuo specifico progetto e ti assicuriamo assistenza esclusiva (tecnica e fiscale) in ogni fase, ottimizzando i benefici fiscali e riducendo al minimo gli ostacoli.

La forza di DetrazioniFacili.it risiede nella nostra Rete di professionisti esperti in detrazioni fiscali estesa in tutta Italia, con numerosi professionisti e brand di valore che possono diventare per te un punto di riferimento per il tuo progetto. 

E per tutti i professionisti dell’edilizia, DetrazioniFacili.it non è solo un supporto, ma un vero e proprio centro di formazione e crescita professionale. Offriamo formazione continua e assistenza esclusiva per affrontare con competenza e sicurezza ogni sfida del settore ed essere sempre un passo avanti alla concorrenza. 

Questo approccio formativo ti permette di elevare la qualità dei tuoi servizi, garantendo ai tuoi clienti risultati superiori

Sei un professionista dell’edilizia pronto a espandere le tue competenze e a offrire il meglio ai tuoi clienti? 

CONTATTACI QUI per scoprire come ottenere per te e per i tuoi clienti il massimo incentivo con il minimo sforzo. 

Sei un privato in cerca di soluzioni su misura?

Clicca qui per richiedere una consulenza personalizzata. 

Vuoi farlo leggere anche ai tuoi amici? Condividilo!

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi accedere ad altri contenuti Premium?
Iscriviti e aumenta il tuo valore come professionista!

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sui nuovi articoli e novità sulle detrazioni fiscali.