fbpx

Stai navigando con un browser obsoleto. Clicca qui e aggiorna il tuo browser per avere una migliore esperienza di navigazione.

Area privata
Bonus facciate - Articoli e approfondimenti

Documentazione per Bonus Facciate 2021: cosa serve?

17/02/2021
FV
Fabio Vidotto
Documentazione per bonus facciate 2021

Adempimenti e documentazione per Bonus Facciate 2021: ENEA definisce le regole da seguire. Serve anche l’asseverazione sulla congruità delle spese?

Tanti sono dubbi circa la documentazione per Bonus Facciate 2021.

“Ma è vero che ENEA ha annunciato che serve l’asseverazione per dimostrare la congruità dei costi anche per accedere al Bonus Facciate?”

Sono tanti gli addetti ai lavori che cercano una risposta a questa domanda.

E anche i privati vogliono saperne di più, per capire come muoversi e a chi affidarsi per non avere problemi e “fare tutto secondo legge”.

In questo articolo, ci soffermeremo proprio sugli adempimenti indispensabili per poter accedere al Bonus Facciatecliccando qui puoi approfondire il tema Bonus Facciate per edifici vincolati – e sui documenti richiesti per beneficiarne.

Perché tanti sono i dubbi, soprattutto sull’asseverazione per dimostrare la congruità delle spese sostenute, da quando l’ENEA ha aggiornato il Vademecum Bonus Facciate.

Ma dobbiamo fare una precisazione.

Prenderemo in considerazione il cosiddetto Bonus Facciatequalificato” che si riferisce a:

interventi sulle strutture opache verticali delle facciate esterne per i quali occorre trasmettere i dati all’ENEA, cioè quelli influenti dal punto di vista energetico o che interessino il rifacimento dell’intonaco per oltre il 10% della superficie disperdente lorda complessiva degli edifici esistenti ubicati nelle zone A o B ai sensi del D.M. n. 1444 del 2 aprile 1968, che rispettino i requisiti richiesti.

Ora vediamo insieme che cosa serve per poter accedere alla detrazione fiscale prevista per gli interventi che non si limitano alla sola pulitura o tinteggiatura esterna della facciata.

Documentazione per Bonus Facciate 2021 qualificato: stesse regole previste per l’Ecobonus?

Gli adempimenti e i documenti richiesti per accedere al Bonus Facciate coincidono con quelli richiesti per l’Ecobonus.

Infatti, stiamo parlando di interventi che comunque miglioreranno l’efficienza energetica di un edificio ed è importante prendere in considerazione anche la Circolare n. 2/E dell’Agenzia delle Entrate del 14 febbraio 2020.

Andiamo al sodo.

Ecco la documentazione per Bonus Facciate 2021qualificato” che il contribuente dovrà richiedere ai vari professionisti chiamati in causa:

  • asseverazione del tecnico abilitato che dimostri il rispetto dei requisiti tecnici previsti per gli interventi realizzati;
  • Attestato di Prestazione Energetica dell’unità immobiliare oggetto degli interventi;
  • Schede tecniche dei materiali e dei componenti edilizi utilizzati con relative dichiarazioni di prestazione (DoP);
  • Scheda descrittiva degli interventi realizzati redatta da un tecnico specializzato, che dovrà essere inviata all’ENEA.

Ma l’asseverazione merita un approfondimento:

  • per i lavori iniziati prima del 6 ottobre 2020, l’asseverazione è redatta in base agli articoli 4 e 7 del decreto ministeriale del 19 febbraio 2007, per attestare il rispetto dei requisiti tecnici previsti;
  • per i lavori iniziati dopo il 6 ottobre 2020, l’asseverazione è redatta in base all’articolo 8 del decreto ministeriale del 6 agosto 2020 ed è richiesto anche il computo metrico. Asseverazione che non dovrà essere inviata a ENEA, che serve per attestare i requisiti tecnici richiesti e che comprende la verifica della congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati.

È obbligatoria?

ENEA, con i chiarimenti sulla documentazione per Bonus Facciate 2021, ha evidenziato che:

l’asseverazione può essere sostituita dalla dichiarazione – obbligatoria ai sensi dell’art. 8, comma 2, del D. Lgs. 192/2005 e successive modificazioni – resa dal direttore dei lavori sulla conformità al progetto delle opere realizzate, purché siano riportate le pertinenti dichiarazioni e condizioni richieste nell’asseverazione.

Clicca qui per scaricare in formato PDF il Vademecum Bonus Facciate ENEA.

A questo punto, dato che si sta parlando di lavori qualificati sulla facciata di un edificio, la domanda sorge spontanea: è possibile beneficiare del 110%?

Bonus Facciate 2021 e Superbonus: quando l’agevolazione al 90% può passare al 110%?

Il Superbonus per l’edilizia, con agevolazione fiscale al 110%, comprenderà anche il rifacimento delle facciate degli edifici.

Però, per poter usufruire della maxi agevolazione fiscale non basta realizzare solo interventi di:

  • pulitura o tinteggiatura esterna;
  • ripristino di balconi, ringhiere e frontalini.

Per accedere al Superbonus 110% è obbligatorio portare a termine almeno uno degli interventi trainanti previsti dall’articolo 119 del Decreto Rilancio.

E tra questi, ovviamente, spicca la coibentazione dell’involucro edilizio (cappotto termico esterno).

Quindi, si può tranquillamente parlare di un Bonus Facciate 2021 che può essere spinto verso una più alta agevolazione fiscale.

Ma è importante non commettere errori di valutazione tecnica e fiscale.

Un’approfondita analisi del caso specifico, che prevede la collaborazione di più tecnici specializzati, diventa indispensabile per trovare la soluzione migliore per rispettare i requisiti tecnici richiesti e fare il doppio salto di classe energetica.

Così come è indispensabile una valutazione fiscale della posizione del committente, per trovare la soluzione più conveniente e sicura per sfruttare la detrazione prevista.

Insomma, serve una precisa collaborazione tra le figure professionali coinvolte, per gestire nel modo giusto una pratica Superbonus.

Se vuoi dalla tua parte un team di consulenti qualificati, esperti in Superbonus e detrazioni fiscali, e vuoi collaborare con altri tecnici come te, entra a far parte delle Rete Nazionale DetrazioniFacili.it.

Diventerai il punto di riferimento nella tua zona per le agevolazioni fiscali riconosciute per ristrutturare e riqualificare gli edifici esistenti.

Clicca qui per scoprire come siamo organizzati a livello nazionale e come possiamo aiutarti a gestire la tua pratica Superbonus.

Vuoi farlo leggere anche ai tuoi amici? Condividilo!

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi accedere ad altri contenuti Premium?
Iscriviti e aumenta il tuo valore come professionista!

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sui nuovi articoli e novità sulle detrazioni fiscali.